5 usi alternativi del dentifricio

Il dentifricio ha origini antichissime, veniva fatto con polvere di ossa e gusci di uova, non so come facessero lo spazzolino però. In seguito queste sostanze abrasive venivano incorporate nella glicerina e messe in un vasetto. Nel 1892 un dentista di New London, il dott. Washington Sheffild pensò che la pasta dentifricia messa in un tubetto fosse molto più pratica da usare e lo brevettò.

In questo video però l'autrice vuole illustrare gli usi alternativi che possiamo farne, oltre a quello di lavarci i denti.

  1. Rimuove le macchie dai tessuti e dai tappeti. Basterà spalmarlo un po' sulla macchia, strofinare energicamente e poi lavare normalmente.
  2. Fa tornare come nuove le vecchie scarpe da ginnastica. Se avete delle vecchie scarpe, prendete del dentifricio, ne versate un po' sopra, poi prendete una spazzola e strofinate finchè non scompare il nero e i graffi.
  3. Rimuove il grasso ed i graffi dai CD/DVD. Basterà metterne una piccolissima quantità, strofinare delicatamente con le dita e poi rimuovere con un panno. Torneranno come nuovi.
  4. Sostituisce il gel per capelli, infatti è composto dalle stesse sostanze, ne basterà un po'.
  5. Evita l'appannamento delle lenti e maschere subacquee. Basterà spalmarne un po' sui due lati, strofinare e poi  risciacquare. Non solo, si possono pulire efficacemente i fari dell'auto quando diventano opachi.
  6. Pare anche che faccia seccare i brufoli, basterà metterne un po' e farlo asciugare.
Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!