Corso di Disegno, Lez.n.6 - IL CARBONCINO: tipologie e tecniche

In questo tutorial di disegno si parlerà dell'uso del carboncino. Il carboncino è la prima forma di disegno conosciuta, infatti si è iniziato a dipingere sulle pareti delle caverne con legni bruciati, ed è sicuramente quello che ci hanno tramandato gli uomini primitivi. Il carboncino si è evoluto nel corso di tutti questi anni ed ora noi abbiamo imparato ad usare il carboncino in maniera più artistica. Quando si disegna si può scegliere se usare la grafite o il carboncino, poichè cambia lo strumento, ma cambia sopratutto, l'intensità, l'effetto e la resa.

Esistono diversi tipi di carboncino. Il carboncino si ricava dalla combustione di alcuni rami, il più conosciuto è la fusaggine che è un bastoncino fatto con la vite, ha una colorozione molto scura, ma è molto difficile da usare perchè può sgretolarsi tra le mani e può avere delle porosità interne. Poi ci sono i carboncini a matita in diverse tonalità: light, medium, dark. Ognuna di queste matite conformerà in maniera diversa e darà dei tratti differenziati per intensità. I carboncini a matita rispetto a quello a fusaggine sono molto  più comodi, prima perchè non ci si sporca le mani e poi si possono usare con le diverse gradazioni per fare i giochi di colore. Le punte devono essere sempre squadrate e non appuntite, a questo scopo man mano che il carboncino si consuma, si userà un coltellino per asportare delle porzioni di legno. Un altro tipo di carboncino in commercio è quello in bastoncni compressi disponibile in tre tonalità: medium, light e dark.

Autore RENDITA
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!