Generatore di idrogeno fai da te

Il video inizia con una parte del pazzo esperimento eseguito da Rulof e da subito vediamo il nostro genio che riscalda un punto di una lattina di Coca-Cola ad una temperatura tra i 1200°C e i 2800°C.

Per questo esperimento bisogna utilizzare tre tubi in plexiglass alti 30 cm e larghi 12,5 cm con sei tappi da attaccare alle due estremità dei cilindri con colla a caldo o silicone.

Si eseguono i fori sui tre tappi superiori e avvitiamo nei buchi i connettori per tubi con la presenza di tre rubinetti (nell'esperimento sono state utilizzate tre elettrovalvole).

Dallo schema si capisce in quali posizioni devono essere montati i connettori e in quali posizioni devono essere montati i rubinetti o elettrovalvole. Ora si prendono delle lastre di acciaio inox, riciclate da una vecchi grondaia di un amico di Rulof e si modificano con tagli e fori. Le lastre devono essere 9 di lunghezza 22 cm e larghezza 10 cm solo che tre lastre dovranno avere una linguettain un angolo della lastra.

Si infilano nei due buchi di una lastra con linguetta due punte con bulloni e si infilano dei distanziatori in plastica prima di infilare nelle due punte altre lamine. Infilate tutte le lamine si chiudono i bulloni esterni e si procede nel mettere i fermacavi  che saranno chiusi con una linguetta della lamina e un cavetto. Il cilidro con le lamine viene collegato ad una batteria che può essere quella di una macchina/moto o si può utilizzare un alimentatore per pc.

Come da schema che viene presentato si procede alla creazione del circuito fino ad attaccare il negativo e il positivo sul tappo del cilindro in plexiglas che contiene le lamine immerse in acqua e bicarbonato di sodio (si può sostituire col sale).

L'idrogeno prodotto dalle lamine immerse esce dal cilindro andando a finire nel primo cilindro e spinge l'acqua del primo cilindro verso il basso facendo andare l'acqua nel secondo cilindro centrale. Se si attacca un altro tubo nel primo cilindro con un finale formato da filtrini per sigarette e siringa si può creare una fiamma che verrà dosata in base a quanto si soffia in un tubo attaccato al cilindro centrale.

Autore Nico
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!