Riciclo oggetti: come riutilizzare i vecchi collant

Oggi vogliamo farvi vedere come da un semplice paio di collant vecchi, che normalmente finirebbero direttamente nella spazzatura, possano nascere degli oggetti utili e carini: in questo caso facciamo un bel bracciale in tessuto e charms.

Prima di tutto prendete il collant rovinato e tagliatelo in tre strisce tutte uguali (potete aiutarvi con un righello per fare in modo che le strisce siano più possibile identiche).

Una volta ottenute le tre bande, prendete anche tre fili decorativi argentati (o altro colore splendente a vostro piacimento) poco più lunghi, quindi attorcigliate le strisce singolarmente, ed unitele alle strisce intrecciandole; se non sapete fare una treccia, c'è un bel videotutorial linkabile da questo video.

Infine prendete le due estremità della treccia, costituita dalle tre le calze e dai tre fili, e cucitele bene assieme, in modo di fermare tutti gli elementi.

E' possibile arricchire il bracciale così ottenuto con delle perline, charms o altri oggetti decorativi, che andranno assicurati con ferretti attorcialiati o cuciti: un'idea semplice da fare e allo stesso tempo molto carina.

Si otterrà quindi un bellissimo bracciale coi fili argentati, esattamente uguale a quelli che trovate nei negozi di bigiotteria.

Un bell'esempio di riciclo creativo: bastano vecchi oggetti e tanta fantasia per ottenere ciò che normalmente compriamo evitando anche di inquinare l'ambiente con prodotti non biodegradabili.

Spesso infatti ci si dimentica che i collant sono tessuti di nylon derivati dal petrolio: il tempo di degradazione dei tessuti sintetici è infatti di oltre 500 anni, quindi riciclare i tessuti sintetici, riusandoli in oggetti creativi avrà un buon impatto sul nostro portafogli ma anche sull'ambiente.

Autore vesalio
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!